Cem
dom 3 set 2017
Slovenia amara per Christian

In un minuto sfuma il lavoro di un anno. Incredibile colpo di scena pochi minuti prima della seconda salita di gara a Bistrica in Slovenia, penultimo atto del Cem. Christian Merli, iscritto con la sua Osella FA 30 Fortech, è chiamato sulla linea di partenza di Gara 2. Percorre qualche metro ed il motore si spegne. Manca un minuto allo start e l’otto cilindri non riparte. Accorre il tecnico elettronico per suggerire la procedura di partenza, ma un rigido commissario lo allontana immediatamente. Dopo il minuto di tentativi, Merli viene invitato a spostarsi. In quest’istante sfuma così la corsa al titolo di Campione d’Europa. È successo quello che non ci si sarebbe mai aspettato. Mai un problema simile in tutta la stagione. Il toscano Simone Faggioli, al volante della Norma M20 FC, domina entrambe le salite e conquista così il 10° scudetto di campione continentale.

L’amarezza di Christian
«Sono arrivato alla linea di partenza ed il motore s’è spento. Ho provato inutilmente ad accendere il propulsore, ma non riuscivo. La centralina aveva letto un abbassamento della pressione dell’olio ed è andata in auto protezione. Vi sono delle procedure per azzerare il tutto e riprovare. È subito accorso il mio meccanico, pronto a suggerirmi e sistemare il tutto, ma il commissario ha rigidamente impedito quest’intervento, bloccando e allontanando il tecnico che in un attimo avrebbe risolto il problema. Dopo il minuto concesso, m’hanno fatto spostare! Come detto ringrazio il commissario per la sua inflessibilità e soprattutto per non aver compreso che mi giocavo il campionato europeo. È difficile reagire soprattutto dopo tutti i sacrifici fatti quest’anno. Mi spiace per tutte le persone che mi sono state vicine. In un minuto è svanito un anno di lavoro. Ora valuterò cosa fare in futuro. Sembra che in questa stagione le regole valgano solo per me».

La stagione 2017
Il 2017 del portacolori del Team Blue City Motorsport, è stato semplicemente entusiasmante. Sino a ieri il campione trentino, in gara con l’Osella FA 30 Fortech gommata Avon, aveva dominato cinque delle dieci cronoscalate disputate. Christian era salito sul primo gradino del podio in Austria, Spagna, Germania, Polonia e Francia, mentre il toscano della Norma ha vinto in Portogallo, Repubblica Ceca, Bondone, Slovacchia e Svizzera. Insomma era totale parità. Non solo, ma giusto sottolineare che il pilota della Scuderia Vimotorsport ha sempre vinto il Gruppo E2 SS in tutti i dieci round del Cem.

Le prove
Nella prima manche di prova, sotto un forte temporale, il miglior tempo è per Faggioli con la Norma M20 FC in 2’36”474. Dietro c’è Christian Merli al volante della FA 30 Fortech, a 4”769. La salita è lunga 5,010 chilometri. Nel secondo passaggio il tempo migliora ed il portacolori della Scuderia Vimotorsport sale in vetta con il tempo di 2’06”817. Faggioli è quarto a 7”610. Piove nella terza sessione di prove ed i big non si schierano.

La Gara
Oggi Gara 1 con il sole. Il toscano della Norma stacca il nuovo record del tracciato in 1’59”558 alla media di 150,87 chilometri orari. Christian è secondo, leader tra le monoposto, a 1”406. In Gara 2 domina ancora il toscano della Norma, mentre il driver di Fiavè non parte per la seconda salita. Faggioli, vincendo a Bistrica è Campione d'Europa per la decima volta.

Il podio a Bistrica
1° Faggioli (Norma M20 FC) in3’59”537, 2°Benes (Osella FA 30) a 15”207, 3° Bormolini (Reynard K02) a 19”611.

Il calendario CEM
23ª GHD Ilirska Bistrica (Slovenia), 17 settembre - 36ª Buzetski Dani (Croazia)

di Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.
Appuntamenti

Arrivederci al prossimo anno